Anche a Padova Bill va a scuola – Biblioteca della legalità
турбофорекс отзывы
turboforex отзывы
Venerdì 21 Aprile abbiamo consegnato Bill al XIII Istituto Comprensivo a Padova, la prima volta in una scuola! E’ stata proprio una bella sensazione, un’esperienza nuova e importante.
Piú di 100 libri (122 per l’esattezza!) sono arrivati alla scuola Lombardo Radice e resteranno a disposizione dell’istituto comprensivo fino alla fine di maggio.
La scuola ha riservato alla biblioteca che viaggia in valigia una bellissima stanza, luminosa e ampia, dove abbiamo potuto accogliere bambine e bambini con le loro insegnanti. Con grande piacere e privilegio, ha fatto in modo di essere con noi anche la Dirigente Scolastica. E con noi Marta Marchi che ha fatto da ponte tra MiLEGGI e l’istituto, preziosa e attenta come sempre.

Il Mondo é tuo: con la lettura del bell’albo di Terre di Mezzo abbiamo voluto inziare l’attività di consegna di Bill, per ispirare a bambini e ragazzi (con noi una III e una V della scuola primaria e una III della secondaria) le possibilità che un libro puó donare.

Sí, donare. I libri, la lettura, sono tra le altre cose un dono (possono essere anche ponte, appunto, cosí come inneschi di nuove idee, pensieri, possibilità) e cosí abbiamo pensato di incartare i libri di Bill (in bianco i libri di narrativa, divulgazione e fumetti…in rosso gli albi). E poi farli scartare alle bambine ed ai bambini, alle ragazze ed ai ragazzi per far loro vivere la sorpresa, ma anche spiegare loro che leggere, imparare, conoscere aiuta a strappare il velo dei pregiudizi.

È stata proprio bella questa consegna di Bill, con tutti gli ingredienti di una festa: la sorpresa, la gioia, le urla, le bocche aperte, la danza delle mani alzate con i libri incartati ma anche a leggere a Voce Alta i titoli, chiedendo spiegazioni, esclamando “Questo lo conosco!” oppure scoprendo che qualche volta anche le parolacce possono essere dette, se servono a far capire con forza e immediatezza cosa si pensa, per dare il giusto senso a ció che è male (dalla copertina del fumetto di Becco Giallo su Peppino Impastato: La mafia è una montagna di merda!).

Dopo aver salutato i piú piccoli, abbiamo letto ai ragazzi della III media un brano da uno dei libri che sentiamo piú nostri “Lo Spacciatore di Fumetti”, di Pierdomenico Baccalario: abbiamo parlato di fumetti naturalmente e di libertà, di coraggio e di fantasia, di avventura e di amicizia.

Abbiamo lasciato in buone mani la nostra Bill, gli sguardi attenti e vivaci, le mani curiose e abituate e sfogliare pagine, ci fanno pensare che nel prossimo mese la nostra Ragazzaccia con Un Nome da Maschio sarà in ottima compagnia e quando andremo a riprenderla ci racconterà nuove storie, arricchita di questa esperienza, dell’incontro con le giovani menti e molto probabilmente con nuove domande alle quali dare risposta. Che è un’altra delle forme che i libri prendono: ponte, dono, idee…domande e risposte.

Grazie a tutt* al XIII Istituto Comprensivo

Anche a Padova Bill va a scuola