Contesto

L’Italia è un Paese di non lettori: solo il 43% degli italiani legge almeno un libro all’anno. L’Italia è anche un Paese in cui, al contrario, le percentuali sulla criminalità sono drammaticamente alte e non riguardano solo, come è comune pensare, il Sud Italia, ma anche le zone considerate più lontane da questa emergenza. Due emergenze assai critiche che agiscono in due ambiti nevralgici per la costruzione di cittadini consapevoli di un Paese avanzato: cultura e senso civico.

Il presente progetto parte dalla convinzione che questi due fattori (lettura e legalità) siano intimamente legati e intende realizzare uno strumento atto a promuoverli contestualmente a partire dalle giovani generazioni al fine di promuovere una maggiore qualità della vita democratica.

Obiettivi

l progetto vuole diffondere la cultura della legalità, della responsabilità e della giustizia tra le giovani generazioni, attraverso la promozione della lettura, nella convinzione che le storie abbiano un ruolo fondamentale nella comprensione della realtà e siano strumenti utili anche per promuovere questi valori al fine di costruire un immaginario condiviso all’interno del quale il principio di vivere nella legalità acquista una centralità fondamentale.

La Biblioteca della Legalità è una collezione ragionata di testi adatti a giovani lettori (8-15 anni), comprendente narrativa, saggistica, fumetti, libri illustrati.

Il primo nucleo della Biblioteca nasce in provincia di Pesaro e Urbino, grazie alla donazione che molti editori italiani hanno effettuato inviando le copie dei titoli selezionati dal progetto. Le copie dei libri non reperiti attraverso la donazione da parte degli editori sono stati acquistati dai soggetti coinvolti nel progetto. Obiettivo del progetto è anche lo sviluppo di un modello di gestione della biblioteca che possa agevolmente essere replicato in altri territori, tramite l’acquisto dei titoli indicati dal progetto, creando una rete delle varie esperienze interconnettendole e creando momenti di condivisione e di formazione.

Disseminazione del modello

Per la creazione di nuove reti territoriali che possano attivare altre “Biblioteche della Legalità” si fa riferimento al “Regolamento per la disseminazione”.

Qualunque soggetto può richiedere di replicare sul proprio territorio il modello della Biblioteca della Legalità. Resta ad insindacabile giudizio dei soci fondatori la concessione o meno dell’autorizzazione, valutando in particolare gli aspetti etici della richiesta. Così come resta a discrezione dei fondatori l’esclusione di un sottoscrittore e il ritiro dell’autorizzazione al marchio, al nome e agli strumenti del progetto.

Caratteristiche

Caratteristiche fondamentali della Biblioteca della Legalità – Bill è di essere:

 

  • una collezione di libri per bambini e ragazzi che trattino il tema della giustizia e della legalità democratica;
  • una collezione di libri itinerante nel territorio destinata in particolare alle scuole, al mondo associativo e alle istituzioni che intendano utilizzarla in accordo con i principi ispiratori del progetto e nel rispetto del regolamento stabilito dai soci fondatori;
  • una collezione di libri replicabile in ogni Comune d’Italia;
  • una collezione di libri che supporti la scuola nel compito dell’educazione alla responsabilità.