“Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini”
(Giovanni Falcone)

 

Vorremmo partire da questa frase per spiegare il percorso intrapreso nelle scuole, nelle biblioteche e nelle associazioni della nostra rete.
Il nostro ambizioso progetto prevede un interlocutore apparentemente semplice, il bambino, partendo dalle scuole elementari per arrivare all’inquieto mondo degli adolescenti: un universo fatto di domande, apprensione, curiosità che necessita di risposte utili al futuro benessere, alla faticosa gestione del bene supremo che è la vita, il cui senso non può prescindere dall’etica, dove la legalità è il collante tra il pensiero e l’azione. Bisogna insegnare ai nostri ragazzi che l’onestà non prevede scorciatoie, che la furbizia è un grave difetto capace di penalizzare l’intelligenza e il coraggio insito nella natura degli uomini-donne per bene e che vivere onestamente è l’unica rivoluzione possibile.

Commissione Biblioteca

 

Il nostro gruppo di lettura ragazzi “Appassiolibriamoci”

Il gruppo di lettura è formato da ragazzi e ragazze di età diverse, dagli 11 ai 19 anni ed è stato fondato nel 2012. Partecipano attivamente alle numerose attività delle biblioteche. Oltre ai progetti annuali di teatro e valorizzazione dei beni del territorio, si ritrovano mensilmente per discutere di libri letti, si recano presso la casa di riposo del paese per presentare bibliografie, partecipano alle letture animate per i bambini delle scuole dell’infanzia e aiutano come volontari durante eventi di grande importanza.

Le biblioteche

La Biblioteca comunale di San Fermo della Battaglia viene istituita il 30.01.1973 e aperta al pubblico nel 1975.
Da marzo 2016 la biblioteca si è trasferita nella nuova sede, l’Istituto Somaini, dove l’ampia scaffalatura (totale mq. 600 di cui sezione ragazzi mq. 94) permette la consultazione di circa 51.000 volumi, di cui 16.500 nella sezione ragazzi, e 3.200 documenti multimediali, fra cui DVD (adulti e ragazzi), audiolibri e cd audio. Mette a disposizione degli utenti anche n. 15 abbonamenti a quotidiani e periodici. E’ associata al Sistema Bibliotecario dell’Ovest-Como e alla rete Provinciale Como. Tutto il patrimonio della biblioteca è on-line e vengono offerti numerosi servizi.
Il 1° gennaio 2017 è avvenuta la fusione dei comuni di San Fermo della Battaglia e Cavallasca. La biblioteca ora conta anche un’ulteriore sede nella prestigiosa Villa Imbonati di Cavallasca.
Nel 2107 le due sedi hanno effettuato n.55066 prestiti locali (n. 41163 San Fermo e n. 13903 Cavallasca) e n. 13539 prestito interprovinciale (n. 10632 San Fermo e n. 2907 Cavallasca), con n. 4140 iscritti attivi, con 26 ore di apertura a San Fermo e 18 a Cavallasca.
Da anni entrambe le sedi collaborano con le scuole e gli insegnanti del territorio per la promozione della lettura, proponendo incontri con scrittori e laboratori.

Biblioteca di San Fermo – Villa Somaini

Biblioteca di Cavallasca – Villa Imbonati

La Commissione Biblioteca in collaborazione con le due sedi ha promosso, durante l’anno scolastico 2017/2018, numerose iniziative sul tema “legalità” rivolte ai bambini e ragazzi.

Attraverso la proiezione del lungometraggio “Io che lavoro per un algoritmo” prodotto dalla CGIL di Como con la regia di Dario Tognocchi e realizzato da una troupe di studenti comaschi, sono state affrontate varie sfumature su legalità e illegalità nel mondo del lavoro.

E’ stato proposto in seguito un progetto con diversi incontri insieme alla scrittrice Miriam Dubini per i bambini delle primarie e i ragazzi della secondaria di primo grado. Sono state approfondite le tematiche trattate nel suo libro “Non toccate la terra”, dal quale l’attrice- regista Claudia Fontana ha tratto uno spettacolo teatrale “Terra libera per tutti“ interpretato dai bambini delle Scuole Primarie delle classi quarte e quinte.
Per il pubblico adulto è stato messo in scena uno spettacolo dal titolo: “Io non faccio eccezione”, scritto e interpretato da Claudia Fontana, narrante storie di vita quotidiana di mamme in carcere e dei loro bambini. Nel mese di luglio verrà organizzato nelle sale delle biblioteche l’abituale centro estivo teatrale per i bambini e i ragazzi. Settimanalmente verranno messi in scena degli spettacoli che avranno come tema la legalità, il rispetto delle regole e l’ascolto. Il “Gruppo di lettura” ragazzi sta preparando da mesi uno spettacolo teatrale sulla mafia dando rilievo alle figure di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Le scuole – Istituto Comprensivo Como-Prestino-Breccia

L’Istituto Comprensivo di Como Prestino -Breccia è stato costituito in data 1 settembre 2000: all’inizio comprendeva sei plessi, poi dall’anno scolastico 2005/2006 sono state aggregate la Scuola dell’infanzia e la Scuola primaria di Breccia. Le scuole del Comprensivo (2 dell’Infanzia, 4 Primarie e 2 Secondarie di primo grado) sono situate nei Comuni di Como e di San Fermo della Battaglia, appartenenti all’area del Parco regionale della Spina Verde di interesse naturalistico e storico-archeologico, che si estende sulla fascia collinare a nord-ovest di Como.

L’IDENTITA’ DEL COMPRENSIVO COMO- PRESTINO BRECCIA
(dal Piano Triennale dell’Offerta Formativa 2016-2019)

LA MISSION DELL’ISTITUTO
La mission della nostra scuola esprime la sua identità, la sua ragion d’essere, ciò che essa vuole fare sia al fine di perseguire gli obiettivi istituzionali, in quanto scuola statale, facente parte del più ampio sistema della scuola pubblica, sia per realizzare le esigenze dello specifico territorio in cui si colloca, inteso non in senso sociologico o economico, ma principalmente come soggetto che esprime bisogni e offre risorse affinché gli alunni possano acquisire le competenze necessarie per sviluppare la propria persona e per essere all’altezza dei tempi. Il Collegio dei docenti, su proposta del dirigente scolastico, ha più volte affrontato il tema della mission del nostro Istituto, articolandola come segue:
Scuola che sviluppa le competenze La nostra scuola assicura una solida preparazione favorendo l’acquisizione delle competenze cognitive e tecniche di base. Individua e persegue obiettivi formativi, metodi di lavoro, scelte organizzative e strumenti di supporto alla didattica per facilitare gli apprendimenti.
Scuola che educa alla cittadinanza attiva La nostra scuola educa al rispetto delle regole della convivenza civile, coniugando inclusione e attenzione alle diversità. Promuove il rispetto dell’ambiente e valorizza le risorse del territorio avvalendosi della collaborazione di associazioni ed enti locali.
Scuola che promuove il benessere degli alunni La nostra scuola promuove il benessere degli alunni, facilitandone i processi di apprendimento e attivando percorsi di inclusione Scuola che promuove il benessere del personale e dell’organizzazione La nostra scuola promuove una cultura della prevenzione, della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro e di studio. Si sforza di avere un ambiente funzionale al benessere del personale e degli alunni, accogliente, pulito e sicuro.
Scuola che facilita i rapporti con l’utenza La nostra scuola organizza i servizi generali e amministrativi assicurando efficienza, efficacia, cortesia e disponibilità verso l’utenza. In ciò utilizza strumenti multimediali secondo i criteri di accessibilità e trasparenza.

La Scuola secondaria di primo grado “Marie Curie”
San Fermo della Battaglia- Alunni 230

Partendo dalla mission dell’Istituto comprensivo, oltre allo sviluppo delle competenze cognitive e alla promozione del benessere degli alunni, la Scuola “ M.Curie “ promuove l’educazione alla cittadinanza attiva, educando alla legalità, al rispetto delle regole della convivenza civile, coniugando inclusione e attenzione alle diversità. Sostiene il rispetto dell’ambiente e valorizza le risorse del territorio avvalendosi della collaborazione di associazioni ed enti locali (Comune di San Fermo della Battaglia, Biblioteca Comunale, Protezione civile, Croce Rossa).

Progetto di educazione alla Legalità
Il progetto si prefigge l’obiettivo generale di educare alla legalità e alla cittadinanza attiva, offrendo ai minori opportunità concrete di cambiamento, attraverso la conoscenza del territorio in cui vivono e delle sue dinamiche sociali, culturali ed economiche, stimolandoli a essere agenti di cambiamento e diffusione di legalità e coscienza civile.
Obiettivi Specifici :
• Conoscere la funzione delle regole nella vita scolastica e sociale
• Conoscere i valori della democrazia e della partecipazione sociale
• Conoscere nella storia e nell’attualità i principali fenomeni di illegalità e le azioni da mettere in atto per contrastarli
• Fornire strumenti per la conoscenza della propria realtà: analisi delle problematiche e delle risorse del territorio, analisi della storia, della cultura e delle tradizioni del territorio;
• Conoscenza delle strutture, delle istituzioni e delle leggi che garantiscono i diritti dei cittadini;
• Evidenziare il ruolo della società civile contro l’illegalità, mirando alla responsabilizzazione dei minori come cittadini;
• Sviluppare il senso di cittadinanza, il senso di giustizia e rispetto delle leggi;
• Acquisire coscienza sociale e civile di se stessi, imparando a rapportarsi alle istituzioni e agli altri senza pregiudizi (indipendentemente dal paese di provenienza, dalla cultura, dalla religione), con rispetto e civiltà;
• Contrastare i fenomeni di ghettizzazione;
• Rendere i ragazzi partecipi e protagonisti della vita del territorio;
 Conoscere e comprendere la situazione dell’ambiente e delle risorse in Italia e nel mondo (in particolare del territorio in cui vivono).
Il progetto sarà organizzato affrontando temi di riflessione quali: omertà, paura, pregiudizi, dignità, rispetto, giustizia, ecc. Si proseguirà poi a fornire una serie di conoscenze, attraverso le varie fonti a disposizione (storiche, legislative, letterarie, video, testimonianze…), relative a: il sistema democratico italiano, la Costituzione e i suoi principi, la situazione dell’ambiente e delle risorse in Italia con particolare riferimento al territorio di Como; si possono prevedere attività di sensibilizzazione ambientale organizzando ad esempio giornate per la raccolta dei rifiuti, attività di coltura di alberi e piante, corsi di arte con materiale riciclato, studi relativi ai reati ambientali. Si potrà insistere sullo studio della storia e delle modalità dei reati ambientali mafiosi quali lo smaltimento illegale dei rifiuti.

Scuola primaria
San Fermo d. B.
E’ la scuola con il maggior numero di alunni: n. 238
Scuola primaria
“Karol Wojtyla”
San Fermo d. B.
loc. Cavallasca
Alunni n. 128
Scuola secondaria
di Primo Grado
“Aldo Moro”
Alunni n. 190
Scuola primaria
“M. E. Bossi”
Alunni n. 112
Scuola primaria
“Luigi Bianchi”
Alunni n. 120

L’associazione anziani di San Fermo della Battaglia

L’Associazione Anziani di San Fermo, nasce per iniziativa di un piccolo gruppo di persone nell’anno 1988. Attraverso gli anni quest’ultimo ha sviluppato una competenza organizzativa e di coinvolgimento ottimali promuovendo numerose attività tra le quali: proiezioni, corsi e mostre di pittura e ricamo, tornei di giochi a carte e a scacchi, attività fisiche per il benessere del corpo, servizi di trasporto, gite ed escursioni in Italia e all’estero. Tra le numerose iniziative culturali vanta anche un’ottima e consolidata collaborazione con la biblioteca e le scuole del territorio.
Quest’anno festeggia i 30 anni dalla fondazione e conta 440 soci attivi.